Le stanze della memoria

Nella penombra della stanza
una chitarra ormai scordata,
e l'eco di una radio
in lontananza...
Sulle note dei ricordi, 
il tempo inesorabile.
Canzoni e voci e volti
che ritornano
e le stanze della memoria
si riempiono...
Si colorano
i ricordi sbiaditi
con un suono,
un accordo appena accennato, 
una canzone che a poco a poco
torna prepotente dal passato,
colonna sonora
del tempo andato.
Torna il passato
ma il presente è perduto !
Irrimediabilmente tiranno, 
il tempo passa:
giorno dopo giorno,
anno dopo anno.
Sulle note dei ricordi,
il presente è già passato...
[Da "Le stanze della memoria"]
torna all'inizio del contenuto